SI RINGRAZIA PER IL CONTRIBUTO

 

Logo_Arte_antica_colori_positivo (1)

Il Museo Civico Medievale di Bologna conserva una selezione cospicua di oggetti in precedenza raccolti nel Museo Indiano di Francesco Lorenzo Pullè. Oggi, alcuni sono in mostra nelle prime sale del percorso espositivo. Il fondo fotografico, di notevole importanza e in corso di studio, è interamente depositato presso il Medievale, che custodisce così testimonianze importanti del Museo Indiano di Bologna. Inoltre, visitando le Collezioni Comunali d’Arte Antica  è possibile vedere molti dei vasi esposti nella galleria del Museo Indiano, dopo essere appartenuti a illustri cittadini bolognesi, che lasciarono in eredità al Comune i loro beni.


 LOGO ASC NUOVO ROSSO_web

L’Archivio Storico Comunale di Bologna custodisce importanti documenti di grande rilievo per la ricostruzione delle vicende legate al Museo Indiano. I nuovi riscontri, benché riferiti agli anni in cui restò aperto al pubblico, confortano riguardo alla possibilità di conoscere in maniera approfondita i legami tra la città, il Museo e il suo ideatore, Francesco Lorenzo Pullé. Solo di recente, infatti, sono emersi documenti che illustrano nel dettaglio alcuni aspetti della storia delle collezioni rimasti finora oscuri, come la donazione di statue buddhiste al Comune effettuata dal Sig. Pellegrinelli , che risale al 1908.


Logo Centro di Ateneo per i Musei

Il Museo di Antropologia dell’Università di Padova conserva la raccolta di oggetti appartenuti a Francesco Lorenzo Pullé restituiti alla famiglia del docente alla chiusura del Museo Indiano. Nel corso degli ultimi anni è stato possibile recuperarne una parte, grazie al confronto con i documenti d’archivio e alla paziente ricerca tra gli oggetti di origine asiatica custoditi nei depositi del Museo di Antropologia. La collaborazione con il Centro di Ateneo per i Musei dell’Università di Padova rende possibile presentarli nelle gallerie del blog dedicato al Museo Indiano di Bologna.